Unità Comunista! - Per un Partito Comunista in Italia
14869
home,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-14869,bridge-core-2.8.2,qodef-qi--no-touch,qi-addons-for-elementor-1.5.1,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-26.6,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-6
SABATO 26 FEBBRAIO IN TUTTA ITALIA GIORNATA NAZIONALE CONTRO IL GOVERNO DRAGHI
– NO CAROVITA!
– NO LICENZIAMENTI
– NO DELOCALIZZAZIONI!
– NO GUERRA!
– NO NATO!
– NO GREEN PASS!
– NO UNIONE EUROPEA!
– NO ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO
SCENDI IN PIAZZA CON L’UNICA VERA OPPOSIZIONE!
Le città:
– ROMA, Piazza Santi Apostoli, 15
– MILANO, Piazza della Scala, 16
– NAPOLI, Piazza Porta Capuana, 10
– TORINO, Piazza Carignano, 16
– GENOVA, largo Eros Lanfranco, 15.30
– MESSINA, Viale della Libertà, Largo Batteria Masotto
(passeggiata a mare), 17
– PADOVA, Piazza Antenore, 10.30
– REGGIO EMILIA, Piazza San Prospero,16
– CAGLIARI, Piazza Garibaldi, 17,00
– TRIESTE, Campo San Giacomo, 16
– PISA, Piazza XX Settembre, 15.30
– PESCARA, Largo Madonnina (ponte del mare), 16
– ANCONA, Piazza Roma, 16
– TRENTO, Piazza Santa Maria, 10
– BRINDISI, Piazza Vittoria, 17.30
– CROTONE, Piazza Berlinguer, 15.30
– POTENZA, Piazza Pagano, 16
– CAMPOBASSO, C.so Vittorio Emanuele, 10.00
– AOSTA, Via Croce di Città, 10
– BRUXELLES, Place du Luxembourg, 11.30
IL 27 FEBBRAIO
– PERUGIA, Piazza Matteotti, 10.30

LETTERA A TUTTE LE ORGANIZZAZIONI COMUNISTE A TUTTI I COMUNISTI D’ITALIA

Dichiarazione di Marco Rizzo, segretario generale Partito Comunista (Italia).

Appello contro la guerra!

Siamo comuniste e comunisti.

 

 

Il possente vento reazionario, conservatore, nichilista che si è levato in questi ultimi decenni in Italia non ha mutato la nostra coscienza politica, non ci ha sospinti nella passività e nell’individualismo. Non ci siamo arrese, non ci siamo arresi.

200 primi firmatari lanciano l’Appello

 

 

Manlio DINUCCI, giornalista geopolitico;
Carlo FORMENTI, giornalista, saggista, già Ricercatore Università di Lecce;
Natale MORENA, operaio, coordinatore USB HITACHI di Reggio Calabria;
Giuseppe MORESE, operaio; già CGIL-FIOM ThyssenKrupp Torino; collega sulla Linea 5 dei 7 operai morti nell’incendio del 6 dicembre 2007;
Nunzia AUGERI, presidente Comitato Politico Federale PCI Milano; ANPI Milano;
Fosco GIANNINI, già Senatore della Repubblica; già membro della Segreteria Nazionale e Responsabile Dipartimento Esteri PCI; direttore di “Cumpanis”;
Alberto LOMBARDO, docente università di Palermo; Ufficio Politico del Partito Comunista (PC) e responsabile Esteri del PC;
Marco PONDRELLI, saggista e direttore di “Marx21”;
Adriana BERNARDESCHI, PCI Milano; direttrice del giornale comunista on-line “La Città Futura”;
Michelangelo TRIPODI, già componente della Segreteria Nazionale del PCI e Resp. Autonomie Locali e Mezzogiorno, del Movimento per la Rinascita del P.C.I. e l’Unità dei Comunisti;
Bruno CASATI, presidente del “Centro Culturale Concetto Marchesi” di Milano;
Paolo LONGO, operaio Stellantis Melfi;
Laura BALDELLI, docente, già segreteria Regionale PRC Marche; già Direttivo Nazionale Federazione Lavoratori della Conoscenza (FLC-CGIL);
Domenico CAROFIGLIO, operaio, CGIL-FIOM Whirlpool Fabriano (Ancona);
Alessandro PASCALE, storico del Movimento Operaio;
Francesco GALOFARO, Università di Torino; Marx21;
Rolando GIAI-LEVRA, direttore di “Gramsci Oggi”; già segretario Federazione PCI Milano;
Stefano VERZEGNASSI, segreteria regionale PCI Friuli – Venezia Giulia;
Aldo Sabino GIANNULI, politologo, storico e saggista; direttore del Centro Studi Osservatorio Globalizzazione;
Vittorio GIOIELLO, saggista, presidente Centro Studi Problemi Internazionali (CESPI);
Lucia MANGO, Comitato Centrale PCI;
Raffaele GORPIA, sociologo, Potenza; già vice-segretario regionale PCI Basilicata;
Vladimiro MERLIN, docente; già segretario regionale PCI Lombardia;
Bruno GASPERINI, PCI Matera
Antonio MARTELLO, operaio GKN Campi Bisenzio

Firma l'appello!